pdf logoIl SILPoL lotta da sempre per una Polizia Municipale non soggetta alla contrattazione privatistica e che, di conseguenza, sia ricondotta nell'alveo del diritto pubblico, affinchè il suo rapporto di lavoro sia regolato da un contratto di categoria e separato, seppur nell'ambito del comparto AA.LL., affinchè abbia un nuovo ordinamento, che disciplini le funzioni, le competenze ed i compiti adeguando il suo status giuridico all'impianto normativo ed economico generale delle forze di polizia dello Stato. Lotta per far sì che il lavoro della P.M. sia ricompreso tra quelli usuranti, che le venga restituito il riconoscimento della causa di servizio e l'equo indennizzo, che sia dotata delle risorse e degli strumenti utili al perseguimento degli obiettivi istituzionali, tra questi la tutela della sicurezza urbana, che le venga riconosciuta la specificità del profilo e del ruolo svolto nella società contemporanea alla luce del crescente impegno professionale, al quale essa è costantemente chiamata dallo Stato e dai Sindaci, nonchè dei maggiori sacrifici economici, ai quali viene sottoposta a cuasa dei frequenti tagli ai fondi ex art.17 del ccnl 1998/2001. Il SILPoL reclama a gran voce il diritto della Polizia Municipale ad avere tutte le opportune tutele e garanzie di rango costituzionale, in materia civilistica, amministrativa e del lavoro, poichè, piaccia o no, essa è una istituzione degli enti locali, i Comuni, divenuti attori a pieno titolo della vita economica e sociale dell'Italia.

Due Agenti appartenenti al Corpo di Polizia Municipale di Sassuolo si sono fatti onore durante lo svolgimento del loro turno di lavoro: trattasi di MONTANARI Cristiano e CODELUPPI Fabrizio.

Polizia Provinciale di Siracusa - Nucleo Guardie Particolari Giurate - riconoscimento delle 36 ore settimanali e pagamento delle differenze retributive.

Leggi il comunicato stampa.