pdf 
UTILE CONFRONTO TRA IL S.I.L.Po.L. E L'On. FEDRIGA PRESIDENTE DELLA CONFERENZA DELLE REGIONI E LA COMMISSIONE PREPOSTA

Il 26 u.s. si è tenuto un incontro tra il S.I.L.Po.L., il Presidente On.Fedriga e la Commissione istituita presso la Conferenza delle Regioni e cui hanno preso parte vari Assessori Regionali.

Il confronto, richiesto dalla nos. 0.S., è scaturito dalla necessità di discutere dei contenuti della Legge di riforma della Polizia Locale Italiana, alla luce della proposta unitaria approvata dalla I^ Commissione Affari Costituzionali della Camera nel dicembre scorso, ed è stato utile per mettere in evidenza quelle criticità già rappresentate in sede parlamentare che rischiano di far naufragare ancora una volta le aspettative della Categoria.

Si è discusso della marginalità del ruolo delle Regioni in quest'ultimo testo e dei rischi connessi a conflitti di competenza . Istituzioni che rischiano di peggiorare il quadro della già precaria situazione attuale della Polizia Locale Italiana, richiamando altresì le inadempienze delle Regioni in una materia così delicata. Le stesse avrebbero dovuto predisporre un assetto organizzativo-funzionale adeguato proprio in raccordo alla modifica del Titolo V° della Costituzione ratificato nel 2001 ma di fatto solo parzialmente attuato.

Lo stacue giuridico-retributivo-asistenziale dei lavoratori della Polizia Locale andrebbe ricondotto ai criteri delle altre forze di Polizia attraverso il necessario reinserimento nel contratto pubblicistico, così conte il reclutamento, la formazione, I' organizzazione e l'uniformità territoriale della funzione devono trovare il fulcro nelle Regioni, lasciando la parte datoriale e dispositiva in capo agli enti locali.

Tali argomentazioni, f.to del confronto rendono evidente quanto l'iter di approvazione della legge di riforma sia piuttosto tortuoso ma è necessario non desistere dai principi e dalle aspettative della categoria che, in assenza di risposte dovrà recuperare coesione e ritornare alla lotta.

Roma lì, 30 Aprile 2022

f.to Il Segretario Nazionale 

Giuseppe Gemellaro

UTILE CONFRONTO TRA IL S.I.L.Po.L. E L'On. FEDRIGA
PRESIDENTE DELLA CONFERENZA DELLE REGIONI E LA
COMMISSIONE PREPOSTA

Il 26 u.s. si è tenuto un incontro tra il S.I.L.Po.L., il Presidente On.Fedriga e la Commissione istituita presso la Conferenza delle Regioni e cui hanno preso parte vari Assessori Regionali.

Il confronto, richiesto dalla nos. 0.S., è scaturito dalla necessità di discutere dei contenuti della Legge di riforma della Polizia Locale Italiana, alla luce della proposta unitaria approvata dalla I^ Commissione Affari Costituzionali della Camera nel dicembre scorso, ed è stato utile per mettere in evidenza quelle criticità già rappresentate in sede parlamentare che rischiano di far naufragare ancora una volta le aspettative della Categoria.

Si è discusso della marginalità del ruolo delle Regioni in quest'ultimo testo e dei rischi connessi a conflitti di competenza . Istituzioni che rischiano di peggiorare il quadro della già precaria situazione attuale della Polizia Locale Italiana, richiamando altresì le inadempienze delle Regioni in una materia così delicata. Le stesse avrebbero dovuto predisporre un assetto organizzativo-funzionale adeguato proprio in raccordo alla modifica del Titolo V° della Costituzione ratificato nel 2001 ma di fatto solo parzialmente attuato.

Lo stacue giuridico-retributivo-asistenziale dei lavoratori della Polizia Locale andrebbe ricondotto ai criteri delle altre forze di Polizia attraverso il necessario reinserimento nel contratto pubblicistico, così conte il reclutamento, la formazione, I' organizzazione e l'uniformità territoriale della funzione devono trovare il fulcro nelle Regioni, lasciando la parte datoriale e dispositiva in capo agli enti locali.

Tali argomentazioni, f.to del confronto rendono evidente quanto l'iter di approvazione della legge di riforma sia piuttosto tortuoso ma è necessario non desistere dai principi e dalle aspettative della categoria che, in assenza di risposte dovrà recuperare coesione e ritornare alla lotta.

Roma lì, 30 Aprile 2022

f.to Il Segretario Nazionale
Giuseppe Gemellaro