pdf  Abbiamo intrapreso un percorso, subito dopo il Congresso Nazionale del 14 ottobre 2021, che mira ad aprire strade concrete utili alla categoria e non a trovare stratagemmi per continuare nel solco delle divisioni e delle rendite di posizione.

L'approvazione del Disegno di Legge unificato del 21 Dicembre u.s., emendato dal Ministero degli Interni, rappresenta la conferma che aver cantato con tante voci diverse lo stesso ritornello non è servito per formare un coro unico e forte tale da evitare di stonare a chi volutamente si è inserito per tale finalità.

Il 30 dicembre abbiamo lanciato un appello a tutto il mondo della Polizia Locale, (Sindacati ed Associazioni) per costruire quel "Campo Largo di Interessi" che non tradisca le origini e la storia di nessuno ma sia funzionale al raggiungimento dello scopo, LA RIFORMA. Abbiamo interloquito con tutti e al di là di qualche notoria resistenza si è registrata la disponibilità ad incontrarsi per confrontarsi in tempi brevi.

L'apertura di qualche giorno fa da parte della Politica, I^ Commissione Affari Costituzionali della Camera, di una fase emendativa di detto D.L. per i soggetti già anditi, esprime la volontà di rimettere le carte a posto? Se così è il momento attuale appare poco utile per iniziative isolate e velleitarie. Le energie di una base che come noi è insofferente, stanca e con la volontà di reagire potranno e dovranno confluire, "sulla piazza", in maniera diffusa ed impegnare in modo largo ed estensivo tutta la Polizia Locale Italiana nel momento in cui anche questa fase non andasse a buon fine.

Questo a nostro modo di vedere è il progetto su cui lavorare per il solo bene della Categoria, senza fughe in avanti, superando la logica degli interessi particolari.

Il S.I.L.Po.L è questo! Continuiamo a lavorare in questa direzione e confidiamo che lo si possa fare tutti insieme.

UNITA' ED AZIONE!!

Roma lì, 13 Gennaio 2022

 

f.to Il Segretario Nazionale
Giuseppe Gemellaro