pdf  OGGETTO: Vertenza Stato – Polizia Locale Italiana.

L’approvazione del testo unico, emendato dal Ministero degli Interni, inerente la riforma della
L. 65/86 ha messo a nudo, nello stupore generale degli addetti ai lavori, lo stato di considerazione della
Polizia Locale Italiana da parte della nostra classe politica.
Questo si somma alla recente esclusione fra quelle che vengono identificate come categorie
usuranti.

Si potrebbe continuare a lungo nell’elencazione di torti e sopraffazioni che gli operatori
subiscono nelle varie realtà territoriali in ragione della carenza di uno strumento normativo adeguato.
Non sono bastati 35 anni per affermare ciò che legittimamente, ogni giorno ed in tutti gli Enti,
si è costruito integrando il ruolo di una Forza di Polizia ad ordinamento locale nel contesto del sistema
di sicurezza e vivibilità dei territori urbani.

Non giova rammentare ciò che si è fatto da parte di tutti per affermare in modo plurale la
necessità di aver riconosciute quelle poche certezze che si davano quasi sicuramente acquisite con il
nuovo iter legislativo posto in essere e che però non è stato.
Oggi più che mai corre l’obbligo di fare una riflessione che superi lo steccato
dell’appartenenza e miri alla costituzione di un vero spirito unitario rivendicativo e forte che poi non è
altro che quello che la Categoria si attende.

Questo non significa tradire la propria provenienza ma guardare oltre e ragionare per dare
voce unica alla categoria.
Per fare questo è necessario incontrarsi, confrontarsi e stabilire in modo univoco, con il
sostegno dei lavoratori della P.L., forme di contrasto forti verso una classe politica sempre più presa
dalle alchimie di palazzo e sempre più distante dai bisogni della gente.
La fase pandemica costituirà certamente un limite che potrà essere solo temporale ma dovrà
rappresentare il momento della costruzione di questo percorso.
Sarebbe pertanto utile stabilire una data da concordare, subito dopo l’Epifania, magari il
prossimo 10 gennaio, e cominciare a pianificare adeguate iniziative.
Riteniamo sia un’occasione imperdibile ed innovativa che può servire anche a ricucire un
rapporto più solido con la Base.
Con questo spirito ed in attesa di Vostro riscontro Vi saluto cordialmente.

Roma, 30 Dicembre 2021
Il Segretario Nazionale
Giuseppe Gemellaro