pdf

Leggi il comunicato Incontro Assessore Zambuto

IL SILPOL CHIAMA (E LA REGIONE SICILIA RISPONDE)Colleghi, oggi, 25 febbraio 2021, una delegazione del SILPOLguidata dal Segretario Regionale, è stata ricevuta a Palermo dal neoAssessore Regionale alle Autonomie Locali, avv. Marco Zambuto. Al neo Assessore è stata ribadita, ancora una volta, lacentralità della Polizia Locale Siciliana nel governo dei Comuni edelle comunità della Sicilia, resa ancora più evidente nell'ultimoanno di emergenza pandemica rimarcando anche il contributo umano eprofessionale dato dagli uomini e dalle donne della Polizia Locale siciliana e ricordando i morti ed i numerosi contagiati registratianche tra gli uomini e le donne della Polizia Locale siciliana.

Si è anche posto l'accento sulle aspettative di riforma dellal.r. n.17/90 alla luce dell'iter legislativo già avviato dal GovernoRegionale e dall'ARS e per il quale si è chiesto un ulteriore, piùvigoroso e decisivo cambio di passo che tenga nella giustaconsiderazione anche le proposte di modifica ed integrazionepresentate da questa O.S. a suo tempo sia al Presidente Musumeci chealla I^ Commissione Affari Istituzionali dell'ARS nell'audizionedell'estate scorsa. Il tutto per fare in modo che la Sicilia ritorniad essere, come al tempo dell'approvazione della l.r.17/90, unmodello virtuoso per tutte le altre regioni ed esca dall'immobilismoe dall'anacronistico ed ingiustificato disinteresse per icambiamenti epocali che in quasi trentanni dalla sua entrata invigore hanno caratterizzato la Polizia Locale Siciliana alle presecon sempre nuovi, maggiori e delicati compiti nel governo dellasicurezza dei Comuni che comportano la corrispondente necessità diaffrontare nuove sfide sul terreno della professionalità, con nuovie maggiori mezzi tecnici e con organici rinnovati ed adeguati, nellacentralità del ruolo della Regione Sicilia stessa e dei Comuni. E' stato, poi, affrontato, per l'ennesima volta, il problemadella abrogazione di fatto dell'art. 13 della l.r. n.17/90 avvenutaper ragioni puramente finanziarie che ha, praticamente, sottrattoagli operatori di Polizia Locale siciliani l'unico attualericonoscimento di natura economica alla propria specificità, allapropria opera al servizio dei Comuni siciliani, lasciando i Corpi eServizi di Polizia Locale siciliani alla mercè dei sindaci e deiragionieri comunali nel silenzio della Regione Sicilia. All'Assessore Zambuto è stato richiesto un segnale tangibile diattenzione della Regione Sicilia per la Polizia Locale Siciliana:porre fine alla querelle della copertura finanziaria dell'indennitàcon un intervento, anche solo amministrativo, esplicito cheripristini di fatto, con l'annuale circolare, il vincolo didestinazione di parte del Fondo perequativo annuale destinato adogni comune siciliano al pagamento delle prestazioni rese neiP.M.E.S. in vigore per restituire certezza di erogazione a tutti glioperatori della Sicilia e risolvendo, così, iniquità e disparità ditrattamento basati sulle discordanze interpretative ma, soprattutto, riportando nella disponibilità dei lavoratori l'indennitàsottraendola agli umori dei ragionieri ed ai ricatti dei sindaci. L'assessore Zambuto si è mostrato disponibile ed ha assicuratotutto il suo impegno, anche attraverso un passaggio con l'ANCISicilia, al fine potere dare una risposta positiva alla nostraesplicita richiesta di “garantire per tutti” la coperturafinanziaria dell'indennità a partire già da questo 2021 anche solocon una attenta, chiara e puntuale revisione della circolareannuale. Abbiamo colto ed accolto con favore un tale impegno ma restiamo,e resteremo, vigili sul suo rispetto per assicurare a tutti icolleghi della Sicilia uguale trattamento ma, soprattutto, perverificare la serietà e la costanza del neo governo regionale nelriprendere ad esercitare il proprio ruolo centrale ed a governaredirettamente il processo di riforma in corso per restituire allaPolizia Locale Siciliana la dignità, il prestigio e l'orgoglio chele sono propri.

 

Caltagirone 25.02.2021

Il Segretario Regionale
Massimo Mastrosimone