Il Governo della Regione Siciliana, dopo gli incontri istituzionali del 27 Febbraio e del 19 Giugno 2019 con il SILPoL e le altre oo.ss., ha ufficializzato il suo ddl di riforma della polizia locale. E' un testo di legge, che non tiene conto dei suggerimenti del SILPoL, che disattende le aspettive reali della categoria, che non è al passo con gli assetti sociali ed economici in esponenziale mutamento, che non si può considerare in linea con la condizione professionale in continuo divenire della categoria; una condizione che impone la costruzione di un modello di Polizia Locale adeguato, congruo, omogeneo e funzionale, mediante il quale sia possibile tenere testa alle tante e nuove problematiche, che non si fermano ai confini territoriali. La proposta di legge regionale presentata dal SILPoL Sicilia al Governo della Regione non è certamente esaustiva, tuttavia abbiamo motivo di ritenere che da buone leggi regionali di riordino della Polizia locale si possano trarre spunti anche per un'ottima riforma su scala nazionale. Il SILPoL Sicilia resta in guardia, pronto a sferrare i colpi giusti al Governo ed alla Assemblea regionale, finalizzati alla revisione dell'attuale ddl, che ha indubbiamente bisogno di uno scossone legislativo.

 

Sul tema interviene il Segretario Regionale SILPoL Sicilia con due documenti inviati al Presidente della Regione Siciliana.

 

Disegni di legge riforma p.m. siciliana